zidalife

Addio supergiovane

Quando il tempo passa non te ne rendi conto, non ti rendi conto di quello che stai facendo e di come lo stai facendo. Non ti rendi conto soprattutto del fatto che il tempo sta passando e che stai invecchiando, che ogni giorno va ad impilarsi sopra a quello precedente.

Però, capitano momenti nella vita dove gli occhiali si dis-appannano e vedi il mondo con occhi diversi, capisci che puoi svegliarti ed alzarti per cambiare qualcosa.

Dopo quasi 8 anni è successo, un po’ per fortuna e un po’ per caso.

Tra qualche ora farò un “dd if=/dev/zero of=/dev/sda” e chi si è visto si è visto. Fino a qualche mese non me lo sarei neanche immaginato, invece eccomi qua a dover uccidere il mio povero “supergiovane”.

Si, perché supergiovane è il suo nome, è l’hostname del mio PC in ufficio. Ero il più giovane sviluppatore e come potevo esimermi da dare un nome del genere al mio PC? Un po’ giocoso, un po’ vero.

Ma ora non sono più quel bambinetto, le cose son cambiate. Ora si ricomincia.

Scusa supergiovane, ti terrò sempre nel cuore. Tra qualche ora mi sveglierò per ricominciare una nuova vita… dalle tue ceneri.

 

Notte

Processing your request, Please wait....

Tags: , ,

Leave a Comment

Aggiornamento OTA per OnePlus One – ZNH0EAS2JK

Arriva un nuovo aggiornamento OTA per il nostro amato OnePlus One targato ZNH0EAS2JK.

OTA UPDATE

[Read the rest of this entry…]

Processing your request, Please wait....

Tags: , ,

Leave a Comment

Pazzi maniaci

Una delle cose più belle da fare la notte, quando si è soli, è mettersi comodi e guardare un film.

Spesso però va a finire che un solo film non basta, la sete di arte altrui è troppa e bisogna riempire di nuovo il bicchiere… e così parte anche il secondo film.

Può sembrare strano pensare a uno, sotto le coperte, con le sue cuffie a cavo che percorre mezza stanza, che guarda film fino alle 4 del mattino per il solo gusto di stare bene. Ma non è il luogo, non è l’abbigliamento o i mezzi utilizzati che fanno la serata interessante. È tutto l’insieme, ben amalgamato, che fa passare le ore come fossero minuti.

Qui si fa interessante, perché sorge spontaneo chiedersi -ma che film guardi?- e la risposta non è scontata, anzi è tutt’altro che banale. Va dal momento, va dal tempo, dall’umore. In genere, nel mio caso, ricado sempre su horror, thriller o splatter.

La cosa buffa è che ci sono tantissimi film, ne escono a decine tutti gli anni ma la qualità non è sempre ottima. Spesso molti B-movie sono molto meglio degli AAA tanto acclamati con super effetti speciali. Un po’ come nella musica, nei videogiochi e anche nei film, sta iniziano a perdersi un po’ quell’arte, quell’amore che dovrebbe essere onnipresente.

Purtroppo, se si rincorrono solo gli incassi va a finire che si perde l’obbiettivo ovvero fare. Sì perché non è mica banale fare; cosa vorrà mai dire? Vuol dire che le cose non vanno fatte tanto per essere fatte, vanno fatte perché volevi rendere partecipe il mondo di quello che senti dentro, condividere con il mondo la tua idea, la tua folle e geniale storia, il tuo quadro, il tuo pazzo videogioco, quel giro di basso che fa rizzare i peli.

Per fortuna ci sono ancora artisti, geni, pazzi che riescono a tirare fuori quello che hanno dentro e a trasmetterlo al mondo. Non servono per forza mille effetti speciali o un cast da paura, spesso con molto meno si può già fare tanto.

Se poi però unisci i soldi a grandi attori, ottime idee e bravura nel cucire tutto… beh, l’orgasmo artistico è bello che servito.

 

Questo è quello che mi succede ogni volta che Tarantino tira fuori qualcosa; io lo immagino la notte che si guarda B-movie nella “sua cameretta dei film” e poi tutto d’un tratto si fa strada un’idea nella sua testa, scivola tra la poltiglia del cervello, sguazza e si diverte finché viene fuori. Da li nasce tutto. Me lo voglio immaginare così.

Quando ti metti davanti lo schermo diventa una droga, non puoi farne a meno, non puoi staccarti. Anche se il film durasse 6 ore tu resteresti li a sentire infiniti e surreali dialoghi, inquadrature alla spaghetti western, il sangue che schizza come se fosse acqua spruzzata da irrigatori.

Insomma, la notte passa veloce così.

 

Ed è qui che poi uno riflette, immagina come si possa creare tanta armonia, un’opera quasi perfetta, minuziosa.

Forse è proprio questo che accomuna i grandi uomini, forse è proprio il dettaglio che li lega. La continua ricerca della perfezione.

Tarantino la mette nei suoi film, cercando la perfetta inquadratura, i riferimenti con i film da lui più amati, le ambientazioni, i cambi scena “da bagno”.

Steve Jobs lo faceva alla Apple ricercando in modo maniacale la perfezione delle loro macchine. Dovevano essere belle, con linee semplici, un software pulito e un hardware bello da vedere anche dentro al limite dell’assurdo. Eppure quando smonti un prodotto Apple per guardarci dentro, nulla è al caso, persino i colori dei componenti, la cura e l’armonia con cui sono disposti.

E vogliamo parlare del pazzo di Torvalds che vuole la perfezione assoluta nel suo kernel Linux? Si, al punto di “sgridare” Intel e fare il dito medio a nVidia.

Ma vogliamo parlare invece di come Michelangelo riusciva a tirare fuori dalla roccia sculture dalla perfezione così esagerata che non ci sono parole per descriverle una volta travati dinanzi.

 

Forse è tutto molto semplice, forse è semplicemente l’amore che si ha per le cose che si fanno che fa uscire fuori il meglio di noi esseri umani. Forse dovremmo cercare di essere noi stessi e ascoltare quello che abbiamo dentro, tirarlo fuori e condividerlo con il mondo. Ma non per avere qualcosa in cambio… anche se poi, se abbiamo qualcuno che ci ascolta, abbiamo già ricevuto tanto in cambio.

Processing your request, Please wait....

Tags: , , , ,

Leave a Comment

[OnePlus One] Ultimo OTA update (05Q) per CM11s in attesa di Lollipop

Arriva finalmente un altro OTA update per in OnePlus One, peraltro ultimo aggiornamento per CM11s (versione di CyanogenMod basata su Android kitkat con qualche modifica per il One).

L’annuncio ufficiale lo potete trovare qui , di seguito il changelog:

Recovery:

  • Fixed dab with Linux 3.10
  • Improved ADB Sideload
  • Improved wipe confirmation screen layout
  • Improved progress bar

General:

  • Fixed wrong emergency call property
  • Improved audio policy flexibility
  • Increased void volume
  • Improved light controls
  • Updated WCNSS configuration
  • Upgraded ADCB Files
  • Powered HAL improvements
  • Upgraded SQLite to version 3.8.6
  • Reduced volume increment/decrement step per click
  • Added support for Query SIM SMS capacity
  • Upgraded TP firmware to 14001220
  • Fixed headset insert/remove crash
  • Fixed ability to hang up a call from a wired audio headset

Set Up:

  • SetupWizard: Allow turning on mobile data if off by default

FileManager:

  • Fixed force close when sharing multiple files over Bluetooth

FOTA:

  • Displays download size as a decimal prefix
  • Enabled scrolling on the system update screen
  • Added Download clicked notification
  • Shows download size on UI
  • Updated Icons
  • Added progress bar

CameraNext:

  • Added letterbox view for to show actual capture in preview
  • Added toast information to aid in first time use of Continuous shot

GalleryNext:

  • Additional supported video types

Dialer:

  • Blacklist, strip extension from number
  • Fixed screen rotation behavior during call

Clock:

  • Call events can be handled on alarm
  • Fixed city and time zone entries

[Read the rest of this entry…]

Processing your request, Please wait....

Tags: ,

Leave a Comment

XBMC – errore libva e schermo nero durante il play

Può capitare di non avere tutto correttamente installato sulla propria macchina, nel mio caso con Debian, e XBMC potrebbe mostrare un bellissimo schermo nero durante la riproduzione del video.

L’errore visto sul terminale, nel mio caso, è il seguente:

libva info: Trying to open /usr/lib/x86_64-linux-gnu/dri/nvidia_drv_video.so
libva info: va_openDriver() returns -1
libva info: VA-API version 0.35.1
libva info: va_getDriverName() returns 0

Le VA-API (Video Acceleration API) permettono il decode/encode di molti formati video direttamente in hardware, quindi viene demandato tutto alla GPU piuttosto che alla CPU.

Nel mio caso specifico il file /usr/lib/x86_64-linux-gnu/dri/nvidia_drv_video.so non esiste quindi è normale che si lamenti e mostri schermo nero.

Per risolvere, nulla di più facile, è bastato installare il pacchetto vdpau-va-driver già presente nei repository Debian e tutto magicamente si è risolto 🙂

 

Processing your request, Please wait....

Tags: , , , , , ,

Leave a Comment

Mi son “fissato”

Non so esattamente come mi son trovato ad appassionarmi di questa cosa, so solo che un giorno ho deciso che volevo una bici nuova, forse grazie anche ad un collega appassionato di bici (e di montagna, corsa, scii e chissà quante altre cose).

Nuova nel senso di comprarne una bella pronta in negozio? No, nuova nel senso di concetto di bicicletta, nuova per come sono abituato a vedere le due-ruote, nuova per me insomma.

Scopro su YouTube molti video di persone che fanno cose assurde e bellissime con un tipo di bici che non vedevo da quando ero bambino, delle bici fixed ovvero a scatto fisso. Mi son fatto prendere dentro da questa cosa della bici a scatto fisso, una bici pura senza freni e senza cambio, la semplicità con due ruote insomma. Bella bella bella…

Deciso, voglio una bici nuova e la voglio fixed! Però voglio farmela da solo, farla con le mie mani, sporcarmi e capirne i pregi e la bellezza di questo giocattolo a due ruote. Così inizio a girare per le discariche locali alla ricerca di una bici da uomo anni 70/80 sbattendomene delle condizioni generali, mi bastava il telaio.

Dopo qualche settimana mi capita a tiro un pezzo di ruggine, una Stella Veneta forse della fine anni 60 o metà 70, non saprei con precisione. OK, è un pezzo di ferro con la ruggine anche piuttosto pesante ma chi se ne frega, già vedo nella mia testa come sarà, così la carico in macchina e corro a casa.

Bellissima 😀

Senza perdere mille altre parole, ecco un po’ quello che ho fatto. [Read the rest of this entry…]

Processing your request, Please wait....

Tags: , , , , ,

Comments (5)

Ecco Jolla

Arrivare a lavoro e trovarsi in mano un Jolla nuovo nuovo di scatola…

Bootsplash Logo

Il proprietario non ama Android, odia iOS ed è incazzato con Nokia per aver abbandonato Maemo MeeGo a favore di Windows Phone. Insomma, non si è dato per vinto e ha acquistato questo nuovo giocattolo che monta Sailfish OS basato su Maemo Mer, i pacchetti (app) sono in formato RPM e il cuore pulsante ovviamente è Linux. [Read the rest of this entry…]

Processing your request, Please wait....

Tags: , , , ,

Leave a Comment

8,97€ di pura goduria (x2)

Non ho mai amato le pellicole protettive per i vetri degli smartphone ma tantè che quando ho acquistato il bumper su eBay per il Nexus 4 mi han regalato due bellissime pellicole, una per il retro del N4 e una per il vetro anteriore. Beh, qualità pessima, già dopo qualche giorno era completamente piena di graffi.
Dopo circa 6 mesi di utilizzo ecco come è diventata:

Pellicola scrausa

Uno schifo vero? [Read the rest of this entry…]

Processing your request, Please wait....

Tags: , , ,

Leave a Comment

Galaxy S4 – Android AVD

Da sviluppatore avevo bisogno di un Android Virtual Device che rispecchiasse il Samsung Galaxy S4, quindi parto creandomi il device con risoluzione, dimensioni schermo e via dicendo e inciampo nel primo problema: schermo nero, non si vede nulla, emulatore vuoto, nada…

Cerco in rete e toh, su stackoverflow trovo la risposta; abilitando l’accelerazione video tramite GPU (Use Host GPU) finalmente l’emulatore parte.

host_gpu

Tutto sembra funzionare ma…

…ma alla fine non è che funzioni così bene visto che la UI non viene scalata correttamente. Lo stesso thread in stackoverflow spiega che l’Android SDK Tools (si parla della versione 21.1 ma noto questa cosa anche con l’ultimo 22.0.4) ancora non supporta la risoluzione xxhdpi, quindi è necessario fare l’override della densità dello schermo dopo aver avviato l’emulatore:

adb shell setprop qemu.sf.lcd_density 480
adb shell stop
adb shell start

Questo riavvierà l’emulatore con i dpi corretti.
Il Galaxy S4 ha ~441ppi, gli stessi del Sony Xperia Z ed è proprio Sony a spiegarci come risolvere tutti questi problemi con l’emulatore, cosa che invece non ha fatto Samsung (nonostante sia l’azienda che vende più smartphone al mondo…).

Ecco la mia configurazione, se avete dubbi, problemi o consigli, commentate pure 😉
s4_avd

Device Definition:
Screen Size (in) = 4.9
Resolution(px)   = 1080x1920
RAM (MiB)        = 2048
Size             = Normal
Screen Ration    = notlong
Density          = xxhdpi
Buttons          = Hardware
Android Virtual Device:
Target API       = Android 4.2.2 - API Level 17
RAM              = 2048 MB
Internal Stotage = 200 MB
Heap             = 64
Processing your request, Please wait....

Tags: , , , , , , ,

Leave a Comment

Debian 7: cambiare layout tastiera in shell

Keyboard Art

A chi non è capitato di dover cambiare il layout della tastiera da terminale sulla propria amata distro?

In Debian questa operazione è veramente molto semplice, è necessario avere installato il pacchetto keyboard-configuration e seguire i semplici passaggi (da root con su o sudo):

riconfigurare keyboard-configuration e seguire tutte le domande selezionando il layout corretto

# dpkg-reconfigure keyboard-configuration

dopodiché è necessario caricare la nuova configurazione con setupconf

# setupcon

Detto fatto, ora avrete il layout aggiornato sulla vostra shell 😉

Processing your request, Please wait....

Tags: , , , , , , ,

Leave a Comment